Napoli-Juve: le ultime da Vinovo su Higuain e probabile formazione

Regolare Commento Stampare

Sarà una partita importante, ne siamo consapevoli ma faremo una grande gara.

Il difensore bianconero ha autografato una trentina di opere che lo ritraggono e che saranno messe all'asta per sostenere il progetto delle scuole calcio dedicate a ragazzi diversamente abili, poi ha parlato del prossimo match della Juventus.

"Per quanto riguarda la situazione di Higuain posso dire che è piuttosto critica; la sua presenza al San Paolo, stando alle ultime informazioni, risulta probabile solo al 30%, dunque più no che si". Il Napoli penso che se lo terrà ben stretto perché è un giocatore che alza il livello fisico della squadra.

Chiosa finale sul mese di dicembre, che potrebbe essere sicuramente decisivo per il campionato: "Napoli-Juve non è decisiva ma è molto importante - afferma Chiellini - Noi abbiamo davanti un mese cruciale e secondo me a fine 2017 avremo qualche indizio in più su noi stessi". Insigne, lo conosco da anni e ha grandi qualità. "Però ora non so se ci sarà, vedremo nei prossimi giorni". Siamo stati abituati a cambiare spesso. A me è servito tanto sotto tanti aspetti per compensare alcune lacune che avevo. Il campionato non finsice domani, ma se facciamo tre sconfitte in tre scontri diretti. Noi stiamo mantenendo una linea costante rispetto agli altri anni, quindi il momento va vissuto con serenità e tranquillità e la voglia di dimostrare che a marzo bisogna essere lì e a maggio in testa.

Chiello suona la carica ed avverte tutti: "A Napoli fanno più complimenti, alla Juve le critiche?" A noi interessa arrivare in fondo a fine anno e vincere, poi quello che si dice nel mezzo si dimentica. Non guardiamo la classifica, abbiamo perso dei punti per strada, ma se si fa il paragone con gli anni scorsi è il Napoli che sta facendo qualcosa di incredibile.