Far West a Genova: auto non si ferma all'alt, tre carabinieri feriti

Regolare Commento Stampare

Stando a quanto finora ricostruito dai Carabinieri, i militari intervenuti sul posto hanno sparato cinque colpi di pistola per fermare l'auto rubata rintracciata proprio all'uscita autostradale di Pegli. È accaduto sulla rampa di uscita dell'autostrada A10 a Genova-Pegli, a due passi dal centro sportivo del Genoa.

Fra i militi, è stata investita una marescialla, mentre sono stati colpiti di striscio altri due militari senza che nessuno dei protagonisti dell'episodio sia mai stato in pericolo di vita. L'auto era seguita dai militari della compagnia di Arenzano fin dall'autostrada.

Sul posto sono arrivate diverse ambulanze che hanno accompagnato i feriti all'ospedale San Carlo di Genova Voltri, anche se nessuno sarebbe in gravi condizioni. Quando i carabinieri l'hanno vista spuntare al casello di Pegli, le hanno imposto l'alt per fermarla e sottoporla a controllo. Ferita anche un maresciallo donna che si era avvicinata a piedi ed è stata investita.

Genova - Una sparatoria si è verificata questo pomeriggio intorno alle 16.00 sulla rampa autostradale di Pegli, nel ponente di Genova. I militari hanno esploso contro la Yaris una serie di colpi.

Tutto si è sviluppato in maniera molto veloce e repentina, con gli occupanti della macchina che l'avrebbero abbandonata per fuggire a piedi.

E' stato poi un dirigente del club rossoblù a raccontare l'accaduto: "Abbiamo sentito delle esplosioni, sembravano dei petardi, non abbiamo capito subito di cosa si trattasse.il racconto poi prosegue - Abbiamo sentito anche un rumore di auto che sgommavano e sbattevano".