Tim Cup: Pordenone corsara a Cagliari, agli ottavi sfiderà l'Inter

Regolare Commento Stampare

Agli ottavi il Pordenone affrontera' l'Inter di Luciano Spalletti a San Siro. All'8' però a passare è incredibilmente il Pordenone con un gran tiro da fuori di Miguel Angel che beffa Crosta da lontano. "I miei giocano tutti al fantacalcio e conoscono i giocatori del Cagliari meglio di me, poi è chiaro che abbiamo visto come giocano, che sono bravi nelle ripartenze, ma poi si sa che quando giochi contro una squadra di categoria inferiore può succedere di dare qualcosa in meno - conclude Colucci -, per noi era la partita della vita, mentre loro non erano sicuramente al top". Niente recupero, a venti secondi dal riposo bella giocata di Melchiorri che allarga sulla destra per Dessena, cross basso per l'attaccante bravo a seguire l'azione ma il suo tiro viene murato. Al 31' destro di Joao Pedro e palla a lato. Anzi, è il Pordenone che controlla meglio il gioco e crea pericoli, agguantando una storica qualificazione e il pass per Milano. I padroni di casa cercano il secondo gol, ma senza successo. La prima frazione si conclude 1-1. Dopo un paio di tentativi di Pisacane e Van der Wiel al 62′ i friulani tornano in vantaggio. I sardi al 78' si vedono annullare la rete del pareggio: calcio piazzato sulla trequarti, sulla palla arriva Deiola, che in rovesciata insacca, sfruttando anche un Perilli non perfetto.

Il Cagliari ha così incassato subito il primo gol di Sainz-Maza al 7'.

PORDENONE: Perilli, Formiconi, Stefani, Lulli (89' Danza), Nunzella, Bassoli, Burrai, Maza (73' De Agostini), Misuraca, Magnaghi, Berrettoni (81' Ciurria) - In panchina Zommers, Parodi, Buratto, Pellegrini, Visentin, Raffini, Martignago, Silvestro, Meneghetti - Allenatore: Colucci.