Juventus-Crotone 3-0, Allegri: "Lo scudetto non si decide a Napoli"

Regolare Commento Stampare

"Dobbiamo arrivare a marzo con gli stessi punti, per poi giocarci tutto nelle ultime gare". Ma è a marzo che non si potrà sbagliare, che saliranno le pressioni e che ci sarà da divertirsi. Venerdì al San Paolo si affronteranno due squadre che lottano per il campionato, ma è ancora lunga la stagione: "noi finora abbiamo fatto ottime cose, loro straordinarie". "Questo fa ben sperare, perché sarà difficile quest'anno, con tante squadre che hanno l'obiettivo di battere la Juventus". Al San Paolo le partite non finiscono mai, quest'anno il Napoli vince anche quando gioca meno bene del solito, è una squadra straordinaria. "Stiamo tutti migliorando la condizione fisica".

Massimiliano Allegri è soddisfatto dopo il netto successo sul Crotone: "Nel secondo tempo - dichiara ai microfoni di Premium Sport - con Douglas Costa mezzala siamo riusciti ad avere più geometria e trovare Dybala e Mandzukic tra le linee". A livello caratteriale faremo grandi partite.

Essere primo adesso non interessa al tecnico della Juventus, convinto che "a Napoli non si decide lo scudetto".

Una buona indicazione dal match con i pitagorici è arrivato dalla difesa che, dopo la sfida dello Stadium con il Benevento e la sconfitta in trasferta contro la Sampdoria, è tornata a non prendere gol.

Intanto stasera l'avete sbloccata nella ripresa. "Davanti ha giocatori importanti, ma ha grandi qualità tecniche, deve essere più convinto dei sui mezzi tecnici". In chiusura, l'ex Roma parla anche della sfida contro il Napoli.