Serie B: il Palermo perde la testa. Tris del Cittadella al Barbera

Regolare Commento Stampare

Al 20′ della ripresa il Cittadella raddoppia: conclusione di Schenetti respinta da Posavec proprio sui piedi di Strizzolo che insacca. Con questo successo la squadra di Venturato sale all'ottavo posto in classifica con 21 mentre il Palermo scivola al quarto posto in classifica con un punto di distacco da Parma e Bari.

I primi minuti di seconda frazione vedono un Palermo poco propositivo e un Cittadella alla ricerca del gol del raddoppio. Risponde subito il Palermo con un diagonale mancino di Chochev dal limite, palla a lato di poco.

Tedino conferma il 3-5-1-1 con il ritorno in porta di Posavec al posto di Pomini e sopratutto quello di Aleesami che si riprende la fascia sinistra. Al 14' plastica la parata di Posavec sulla punizione di Chiaretti, intervento efficace. Al 19' è il turno dei padroni di casa con Chochev che fa correre Nestorovski il quale mette al centro per Embalo che cincischia troppo e calcia al lato dal dischetto del rigore. Al 28' Venturato ricorre al primo cambio inserendo Pezzi per un deludente Caccin. Passano 2 minuti e Strizzolo trova il goal del 2-0 con un tap-in dopo che Posavec aveva deviato un tiro di Schenetti, al 68′ Coronado prova a dare una sveglia ai suoi con un bolide dalla media distanza che costringe Alfonso al grande intervento.

La squadra di Tedino non riesce a rendersi mai pericolosa e al 78' gli ospiti vanno vicini al tris con Kouame che punta la porta e calcia col destro dal limite, palla alta di poco. Nel finale Cittadella ad un passo dal poker con un missile di Settembrini da fuori, Posavec vola e mette in angolo.

LA GARA - Al Barbera Palermo con il lutto al braccio in memoria di "Ghito" Vernazza, bomber molto amato dai tifosi che ha collezionato 115 presenze e 51 gol tra il 1957 al 1960, scomparso lo scorso 13 novembre a 89 anni.