Molestie, sospeso Charlie Rose

Regolare Commento Stampare

Otto donne hanno accusato di molestie Charlie Rose, uno degli anchorman televisivi più famosi del paese.

Si allarga lo scandalo degli abusi sessuali negli Stati Uniti, che dopo gli uomini di spettacolo e i politici, colpisce ora anche i giornalisti. Per questo motivo, Cbs ha deciso di sospenderlo, mentre Pbs ha annunciato di avere sospeso la produzione e la distribuzione del suo programma. Kyle Godfrey-Ryan, ad esempio, aveva lamentato il comportamento di Rose con la produttrice ma quest'ultima l'aveva liquidata con un semplice "È Charlie che si comporta da Charlie".

Otto donne - riporta il Washington Post - puntano il dito contro Rose, accusato di avance sessuali indesiderate, inclusi palpeggiamenti e telefonate oscene.

Le presunte vittime sono dipendenti o aspiranti tali dello show Charlie Rose tra la fine degli anni '90 e il 2011.

"Mi scuso profondamente. Sono imbarazzato".