Elezioni Ostia, M5S denuncia Picca: "Voti degli Spada? È diffamazione"

Regolare Commento Stampare

Grande festa alla corte del Movimento 5 stelle dopo lo straordinario risultato elettorale ottenuto al Municipio X di Ostia. La candidata pentastellata, 55 anni, è stata eletta al ballottaggio con il 59,60% dei voti mentre la sfidante del centrodestra, Monica Picca, si è fermata al 40,40%. Non siamo noi che siamo stati immortalati accanto ad esponenti della famiglia Spada - prosegue il post - e non era candidato nelle nostre liste, ma in quelle di FDI, Dario Cologgi che, rispondendo ad un post di Roberto Spada, scriveva: 'Riprendiamoci Ostia'. Seduta in prima fila, nella sala della Protomoteca, c'è Giuliana Di Pillo, neo eletta presidente del municipio.

In pratica lo stesso gioco ma a condizioni inverse.

Tuttavia se analizziamo le due situazioni analoghe pur se opposte, in maniera seria e riflessiva, ci accorgiamo che si tratta di realtà estremamente complicate dove il vincitore si trova di fronte situazioni di difficile risoluzione e sarà obbligato, se ne avrà la forza e la competenza, a fare scelte forti e senza un concreto appoggio del governo centrale.

"È La vittoria di tutti i cittadini e della voglia di rinascita".

Alle elezioni ha votato circa un terzo degli aventi diritto.

Quindi si è fatto vincere chi, essendosi proclamato da sempre come salvatore del popolo, ancora una volta resterà nell'immobilismo più totale, lasciando i cittadini nella più buia solitudine ed ingovernabilità, come già abbondantemente dimostrato dalla attuale amministrazione municipale a Roma. Dopodiché si può andare un po' più a fondo su quello che Luigi Di Maio ha troppo trionfalisticamente definito "effetto Raggi".

Un monito a tutti, in vista delle prossime elezioni POLITICHE, ammesso che riusciremo ad andare a votare.