Caso Figc, Tavecchio pensa alle dimissioni: la situazione

Regolare Commento Stampare

AGGIORNAMENTO ORE 12.46: Stando a quanto riportato da Sportitalia, queste sarebbero state le parole scritte e lette da Carlo Tavecchio a motivare la decisione delle dimissioni: "Sono rammaricato". Ho solo un interesse: portare a termine questi 90 giorni perché il presidente del Coni ha detto che non ci sono motivi per commissoriare la Federazione. La mia volontà era quella di costruire qualcosa di positivo per il sistema sportivo. E Carlo Tavecchio paga per avere scelto Ventura.

Per la mancata qualificazione sono disperato, non come Presidente ma come Carlo.

L'ormai ex numero uno del calcio italiano è n fiume in piena: Non si può andare avanti così, con questa politica. Ha parlato del suo operato nel calcio, italiano e internazionale, elogiando ciò che in questi anni è stato fatto.

Parliamo dei rapporti internazionali: l'Italia è la prima nazione d'Europa che sostiene il calcio internazionale. A 74 anni non ho bisogno di una poltrona nella federazione. E infine: "Ieri sera il presidente del Coni (da Fazio a "Che tempo che fa" ndr) ha detto che il ct lo ha scelto Lippi". Abbiamo attivato i centri federali, la riforma dei campionati giovanili, la riforma del calcio femminile e abbiamo una gestione di bilancio che fa invidia a chi è quotato in borsa. Abbiamo realizzato la ristrutturazione completa di Coverciano e introdotto la Var. Nel 2014 fui il primo a scrivere a Blatter per la Var. Il primo fu Biscardi, il secondo Tavecchio.

Non dimentichiamo i risultati delle nazionali giovanili. Il calcio mi ha dato molto, moltissimo. Senza fare altre considerazioni, pensavo ci fosse la maggioranza per essere eletto: LND, AIAC, il sottoscritto, AIA, Lega di A e di B. Le altre erano sempre state opposizioni, non pensavo che la LND si potesse schierare con l'opposizione. Non sono niente davanti a scelte di questo genere, è senso di responsabilità: con un Consiglio Federale completo faremo le nostre scelte.

Sulle proprie colpe. "Non sono intervenuto nell'intervallo della partita a Milano, il resto ho fatto tutto normale".