De Luca sempre più scatenato: "Sono libero, denuncio tutti"

Regolare Commento Stampare

Il gip di Messina ha disposto la revoca degli arresti domiciliari per il neo deputato regionale Cateno de Luca, accusato di evasione fiscale sostituendo la misura con quella interdittiva del divieto di esercizio di posizioni apicali negli enti coinvolti nell'inchiesta. Lo stesso provvedimento adottato nei confronti di Carmelo Satta, ex presidente Fenapi e finito anch'egli ai domiciliari.

Dalla sua pagina Facebook annuncia: "Sono libero". "Ho fatto due esposti e il 21 ne farò un terzo: falso in atti giudiziari, calunnia, infedele patrocinio", ha spiegato, "Denuncio chi sporca il Palazzo di giustizia, chi si vendica perchè gli si dice che ha sbagliato".

"È possibile", ha continuato, "che mi hanno abbiano fatto sei indagini e quattro verifiche in sette anni sulle carte finanziarie?" si è chiesto il deputato regionale che ora potrà sedere all'Assemblea regionale siciliana non appena verrà convocata dal presidente della Regione Nello Musumeci. Ho bisogno di stare concentrato con i miei avvocati per un paio di giorni, poi faremo una bella conferenza stampa e ricominciamo la nostra attività politica. Tra i destinatari delle denunce ci sarebbero anche rappresentanti di quella che definisce "mafia giudiziaria". Noi andiamo avanti con forza, siete stati grandiosi. "Ci siamo abituati, la valigia per la cella è già pronta".