Bollette a 28 giorni, la tariffazione torna mensile

Regolare Commento Stampare

La pressione degli operatori telefonici (comunque pesante) non è stata sufficiente ad arrestare la pressione dei consumatori. La commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera all'emendamento presentato da Silvio Lai del Partito democratico, che prevede come standard minimo della tariffazione il periodo mensile o suoi multipli (leggi anche: Bolletta ogni 28 giorni tra legge e rimborsi: cosa fare). In caso di violazione l'Agcom sanzionerà la condotta con multe da 240mila a 5 mln di euro e disporrà il rimborso dei clienti.

Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, commenta positivamente l'annuncio dell'emendamento: "Per sminuire la portata del provvedimento qualcuno sta provando a fare passare il messaggio che la pratica dei 28 giorni potrà essere utilizzata dai settori gas e luce che però non hanno mai fatturato le bollette a 28 giorni e che sono notoriamente calcolate sulla base dei consumi". Gli operatori che su dovranno adeguare hanno l'obbligo di garantire "informazioni chiare e trasparenti sulle offerte" e anche precisare "se la fibra arriva al domicilio o solo alla centrale". "Gli operatori del settore - prosegue Lai - dovranno adeguarsi alle nuove disposizioni entro il termine di 120 giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del decreto".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Più facili sconti sugli affitti per fuorisede - Detrazioni più facili per gli studenti fuorisede che prendono in affitto un appartamento. Inoltre, se gli studenti fuorisede risiedono in montagna o in zone disagiate la distanza viene dimezzata a 50Km.