Arriva la sciabolata artica: allerta nubifragi, neve e vento fortissimi

Regolare Commento Stampare

Temperature basse, vento e gelo, dopo la pioggia delle ultime ore. Ma moltissimi sono stati i rami caduti in varie zone dell' Emilia, a causa di una neve particolarmente pesante caduta su rami ancora ricchi di fogliame per il caldo che aveva preceduto la perturbazione. I fiocchi potrebbero qui spingersi sin verso il fondovalle e temporaneamente anche sulla città di Bologna. Alle precipitazioni è seguito il vento forte con raffiche di 80 km/h a Salorno a sud di Bolzano, fino ai 120 km/h a Punta di Dan (2.806 m). Busco è stato il calo delle temperature. In giornata le precipitazioni più intense si verificheranno invece sui rilievi della Sardegna, sull'Appennino abruzzese e su quello marchigiano. A Capanna Margherita, il rifugio più alto d'Europa sul Monte Rosa, il termometro è sceso a -28,9 gradi.

Bassano del Grappa - I vigili del fuoco di Vicenza stanno operando dalla notte scorsa per una serie d'interventi per il forte vento che ha soffiato in gran parte della provincia.

Alberi sono caduti su alcune auto a Roma, colpita dal vento forte.

Anche nei prossimi giorni, la situazione in Italia non migliorerà. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta gialla in Emilia Romagna sulla pianura emiliana centrale e orientale e sulla costa del Ferrarese, sulle Marche centro settentrionali, in Friuli Venezia Giulia sul Bacino di Levante-Carso, su tutta la Campania, in Calabria sul Versante Tirrenico Centrale e Settentrionale e sulla Basilicata occidentale. Nevica anche a Bologna e su alcuni tratti dell'Autostrada del Sole, tra Bologna e Firenze. La neve ha fatto la sua comparsa anche al valico di Tarvisio, sulla A23, e sulla A22 del Brennero, tra Vipiteno e il confine con l'Austria.