Retroscena Nazionale, Ventura voleva dimettersi dopo Svezia-Italia

Regolare Commento Stampare

Italia fuori da un Mondiale dopo 60 anni.

Per coloro per i quali l'Italia è tutto ci vuole rispetto. Ma per ora la scelta è quella di Ventura. Motivazioni economiche certo, ma a sentire il ct non solo. Affrontare con la Figc il tema di una rifondazione? Scusarsi è d'obbligo, soprattutto per il risultato più che per l'impegno profuso: "Chiedo scusa agli italiani per il risultato, ma non dell'impegno e della volontà".

Ventura, addio anticipato rispetto al contratto. Subito dopo il fischio finale del match di San Siro, uno 0-0 che ha impedito all'Italia di ribaltare l'1-0 rimediato in terra svedese, il selezionatore ha scelto di non rilasciare dichiarazioni davanti ai microfoni della Rai, facendosi attendere anche in conferenza stampa.

Mentre si aspetta che il ct Ventura venga messo definitivamente da parte dopo la riunione in cui il presidente della FIGC Tavecchio dovrebbere sollevare dall'incarico l'ex allenatore del Torino, da fonti molto vicine agli Azzurri fanno sapere che il tecnico aveva già messo sul tavolo le sue dimissioni dopo la sconfitta dell'andata.

"Ma che c. fate scaldare Insigne, qui bisogna vincere non pareggiare", urla il centrocampista, spesso accusato dai suoi tifosi di club di giocare anche da infortunato in azzurro mettendo a rischio le sue presenze in campionato. "Il traghettatore, in attesa di scegliere luomo della ricostruzione, sarà probabilmente Gigi Di Biagio, attuale ct dellUnder 21, che non ha mai avuto un grande feeling con Ventura", rivela Repubblica.

"Mi scuso con il preparatore se ho dato un'indicazione tattica che non mi spettava - l'amara conclusione di De Rossi - ma se mi avessero detto che dovevo entrare, sarei entrato.".

Dopo centottanta minuti senza fare nemmeno un gol di rimpallo ad una Nazionale che probabilmente considera la partecipazione al Mondiale già una vittoria da celebrare in piazza, è arrivato per noi - vecchie, livide glorie - il tempo di pensare al futuro.