Napoli, De Laurentiis attacca Ventura: "Inutile convocare Insigne per non farlo giocare"

Regolare Commento Stampare

Il giorno dopo lo 0-0 contro la Svezia sono tanti i personaggi del mondo del calcio che hanno detto la loro opinione su quanto accaduto in questo play-off, tra questi anche il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. Chi vede in maniera superficiale queste partite potrebbe dire: "Ma questi calciatori allora valgono meno di quello che in effetti si dice".

Su Tavecchio: "Io se fossi Tavecchio la prima cosa che farei è dimettermi per non fare la figura dello stupido. Come nuovo ct mi piacerebbe un giovane di 35 anni". Non sono stati in grado di mantenerlo e hanno sbagliato a prenderlo.

Aurelio De Laurentiis è intervenuto ai microfoni di Sky sport 24 rilasciando alcune dichiarazioni. Il numero uno partenopeo ha ampiamente criticato l'operato del CT azzurro, Gian Piero Ventura, ed in particolare la scelta di non far giocare nemmeno un minuto il fiore all'occhiello del suo Napoli: Lorenzo Insigne.

E' inutile convocare Insigne per poi farlo giocare fuori ruolo o non farlo giocare.

"Ventura? Un bravo allenatore, ma anche io a Napoli lo mandai via dopo poche settimane".

" Così quella che dovrebbe essere una vetrina espositiva diventa invece una vetrina negativa".