Italia, futuro Ventura: la situazione 850 13-11

Regolare Commento Stampare

Nelle prossime ore si attendono sviluppi. Il Gigi nazionale era straziato per il clamoroso obiettivo mancato, quello che sarebbe stato l'ultimo della sua grandissima carriera.

La sconfitta in Svezia ha complicato le cose all'Italia. Adesso gli occhi sono puntati sul commissario tecnico Gian Piero Ventura, sotto accusa per alcune scelte tattiche che hanno contribuito all'eliminazione. Dispiaciuto e affranto, Ventura sa bene che ieri è stata la sua ultima partita sulla panchina della Nazionale, organizzazione dalla quale dovrebbe uscire anche Tavecchio per le sue scelte rivelatesi fallimentari, in primis la scelta di Ventura, allenatore esperto ma non in grandi competizioni. Sono orgoglioso di aver fatto parte di questo ruolo. E' probabile che decisioni rapide non ce ne siano.

Su Tavecchio: "La dichiarazione del presidente 'Sarebbe un'apocalisse se non ci dovessimo qualificare' è un'uscita dettata dalla paura di perdere il compenso dovuto ad ognuna delle 32 partecipanti oppure da quella di perdere la faccia?"

Ipotesi, idee, suggestioni, bisogna attendere solamente il risultato di stasera e poi il quadro sarà più limpido.

Subito dietro le preferenze della Figc c'è sicuramente Antonio Conte, attualmente impegnato con il Chelsea, in Inghilterra. Conta la determinazione e la cattiveria che metti in campo.

No, l' Italia non s'è desta.

SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson (dal 27' s.t. Rhoden), Larsson, J. Johansson (dal 19' s.t. Svensson), Forsberg; Berg, Toivonen (dal 9' s.t. Thelin).

NOTE: spettatori 72.696, incasso 1.175.069 euro. "Sarebbe un'apocalisse se non ci dovessimo qualificare".