Il Pil continua a crescere (Istat)

Regolare Commento Stampare

Lo rileva l'Istat, sottolineando che il valore assoluto di 400,547 miliardi di euro e' al top dal quarto trimestre del 2011. Così come il dato congiunturale del Pil che nel terzo trimestre si attesta a +0,5% (contro il +0,3% del trimestre precedente) segna la tredicesima variazione congiunturale positiva consecutiva. Siamo però ancora sotto i picchi pre-crisi, raggiunti nel 2008, di circa il 5,9%.

(Teleborsa) - L'economia dell'Italia accelera oltre le attese nel terzo trimestre. Nello stesso periodo, infatti, il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli Stati Uniti, dello 0,5% in Francia e dello 0,4% nel Regno Unito. In termini tendenziali, si e' registrato un aumento del 2,3% negli Stati Uniti, del 2,2% in Francia e dell'1,5% nel Regno Unito. Nel secondo trimestre era salito di 0,7% in entrambe le zone.

Buone notizie dall'Istat per quanto riguarda il Pil italiano: nel terzo trimestre dell'anno la crescita è dello 0,5%. Su base annua, l'aumento è stato di 2,5%. È quanto emerge da un'analisi della Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei dati Istat sulla stima preliminare del Pil al terzo trimestre.

La variazione congiunturale, spiega l'Istituto nazionale di statistica, è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura e di un aumento nei settori dell'industria e dei servizi.