Marotta: "Juve rosa da scudetto. Terzo posto? Sconfitta!"

Regolare Commento Stampare

Stasera sarà impegnativa, la Svezia ha caratteristiche importanti. Un riconoscimento che devo inevitabilmente estendere alla mia società, la Juventus, e ai miei più stretti collaboratori, in primis Fabio Paratici, che da dietro è divenuto una pedina importantissima di cui sono estremamente orgoglioso.

Il direttore sportivo della Juventus, Beppe Marotta, ha rilasciato una lunga intervista a Il Giornale, nella quale, tra i vari temi trattati, ha rilasciato anche delle dichiarazioni in merito al Napoli e all'obiettivo scudetto: "La Juventus ha espresso il 70% del suo potenziale finora".

"La Juventus deve sempre ottonere il massimo". Dybala? In questo periodo c'è una pressione molto forte su di lui. Di problematiche profonde non ne abbiamo. Intervenire sul mercato a gennaio per rinforzare la difesa?

"Dobbiamo guardare avanti per cogliere le opportunità che il mercato presenta", ha spiegato Marotta, "Una missione non facile, complicato trovare un giocatore da Juve. E' anche vero che anagraficamente questa rosa pone delle riflessioni, non le stiamo facendo ma ci rendiamo conto anche di avere dei grandi professionisti". Siamo tante in pochi punti e questo denota incertezza. Ma non si può pensare di farlo tutti gli anni. Italia? Mi unisco a tutti gli italiani auspicando di superare questa insidia, per certi versi inaspettata.