Roma. Fermato Roberto Spada, l'aggressore del giornalista

Regolare Commento Stampare

Sono di lesioni aggravate, violenza privata con l'aggravante di aver agito in un contesto mafioso le accuse per Roberto Spada, responsabile dell'aggressione, avvenuta due giorni fa ad Ostia, del giornalista Rai, l'inviato di Nemo Daniele Piervincenzi e del suo operatore video, provocando all'inviato la frattura del setto nasale con una prognosi di trenta giorni. A Omnibus la domanda per la candidata grillina era sulla palestra degli Spada: era sequestrata?

Intanto la Procura della Federboxe sta indagando sull'aggressione avvenuta ad Ostia mentre i carabinieri hanno raccolto le certificazioni mediche, dopo l'aggressione subita dal reporter; si indaga anche su una seconda persona, presente al momento dell'aggressione che, oltre a non essere intervenuta avrebbe 'guardato le spalle' di Spada mentre si accaniva su Piervincenzi prima con una violenta testata e poi a colpi di spranga. E, anche in questo caso, punta il dito contro "le strumentalizzazioni". "Lo chiediamo direttamente al ministro degli Interni".

E sul post scritto da Roberto Spada su Facebook, in cui il fratello del boss sottolineava la presenza di CasaPound sul territorio, Marsella ha aggiunto: "Quelle parole sono state strumentalizzate e trasformate in un appoggio a noi". A Spada è stata contestata anche l'aggravante dei futili motivi. A quanto si è appreso i militari hanno eseguito un decreto di fermo emesso dal pubblico ministero in relazione all'aggressione di un giornalista di Nemo. Quello che è certo è che oggi a Ostia il Pd non ci sarà perché "Raggi, postando sul blog del Movimento e non sul sito del Comune, ha tinto l'evento di giallo grillino", dicono i dem locali che rimandano la passeggiata anti mafia a giovedì 16 novembre, quando tra le vie di Ostia sfilerà il serpentone organizzato da Fnsi e Libera che in poche ore ha raccattato una caterva di "ci sarò". Spada diceva solo che in quella zona c'è CasaPound ed è vero.

L'endorsement di Spada nei confronti di CasaPound in occasione delle elezioni amministrative a Ostia non ha aiutato, secondo Marsella, il movimento di estrema destra a raggiungere il 9% al primo turno. Durante il ballottaggio Casapound non appoggerà nessuno. "Diciamo ai nostri elettori", ha dichiarato, "di non andare alle urne, di andare al mare anche con il brutto tempo".