Ray Lovelock è morto: addio all'attore di Don Matteo

Regolare Commento Stampare

E' morto questa mattina a Trevi l'attore e cantante italiano Ray Lovelock.

Attivo anche a teatro ha sempre incarnato il volto del granda attore, conosciuto in Italia e all'estero (il padre era inglese) Lovelock lascerà un vuoto in tantissimi colleghi in un anno che ha visto la scomparsa di grandi volti del cinema e dalla televisione italiana. L'esordio con "Banditi a Milano " di Carlo Lizzani e poi l'inizio del successo. Nello stesso periodo si esibisce nel complesso del suo collega Tomas Milian, il Tomas Milian Group, incide da solista per la CGD e componee alcune canzoni per le colonne sonore dei film Il delitto del diavolo (Le regine) e Uomini si nasce poliziotti si muore. L'attore si è anche prestato al mondo delle serie tv. Lovelock, ad esempio, era solito fare la spesa da Gps in via Terni. I ruoli più importanti sono però per il piccolo schermo: lo abbiamo ammirato in "A viso coperto", "La Piovra 5", "Caterina e le sue figlie", "Commesse", "Incantesimo", e "Don Matteo". Il debutto con i fotoromanzi, fino a quando il suo talento è stato scoperto da Lizzani.

Ray Lovelock stava lottando da tempo contro un tumore, che purtroppo l'ha portato alla morte. Ad annunciarlo sono stati la moglie Gioia, la figlia Francesca Romana e i fratelli. I fumerali si terranno domani, sabato 11 novembre presso il duomo di Trevi.