Marsiglia, UFFICIALE: Uefa squalifica Evra fino a giugno 2018

Regolare Commento Stampare

Patrice Evra è stato squalificato fino al 30 giugno 2018 da tutte le competizioni Uefa dopo il calcio al tifoso prima della gara della scorsa settimana contro il Vitoria Guimarães. Una sospensione con effetto immediato in attesa della decisione sul procedimento disciplinare per "condotta violenta" a carico del difensore aperto dell'Uefa. Al terzino francese è stata comminata anche una multa di 10 mila euro. Mentre il club francese, sanzionato con un'ammenda di 25000 euro, "dovrà contattare il Vitoria SC entro 30 giorni per la risoluzione dei danni causati dai suoi sostenitori". "Ha svolto un ruolo importante nella ripresa della squadra, nel miglioramento significativo dei suoi risultati, nella ripresa di un'alta ambizione sportiva". Ma niente giustifica un tale scivolone, soprattutto da parte di un giocatore così esperto, la cui attitudine dentro e fuori dal campo deve ispirare i più giovani. O meglio, non con la maglia del Marsiglia visto che il club ha deciso di rescindere il contratto dell'ex Juventus in scadenza nel 2018. Il comunicato poi prosegue: "Da gennaio 2017 Evra ha avuto un comportamento esemplare sul terreno di gioco e nello spogliatoio". Saranno 8 i mesi di stop forzato dalle competizioni continentali, il giocatore potrebbe quindi giocare in campionato. Non esistono più le condizioni per cui Evra possa compiere la propria missione serenamente e soprattutto efficacemente.

Nella nota del Marsiglia invece si legge che le parti "hanno deciso di comune accordo di mettere fine alla loro collaborazione" e che il contratto è stato rescisso.