Brexit, May fissa la data: il 29 marzo 2019

Regolare Commento Stampare

Abbiamo una data certa per la Brexit: sarà il 29 marzo del 2019 e per non lasciare nulla al caso, la Gran Bretagna ha anche deciso l'ora, le 23 (ora di Greenwich), per lasciare definitivamente l'Ue. A scriverlo, "nero su bianco", è la premier britannica Theresa May, che in un intervento sul Telegraph annuncia la presentazione di un emendamento alla proposta di legge per l'Uscita dalla Ue (EU Withdrawal Bill), che stabilisce l'ora e la data esatta della Brexit.

Nell'articolo sul quotidiano May scrive: "Non tollereremo tentativi di qualsiasi frangia di usare il processo di emendamenti alla Legge come meccanismo per cercare di bloccare le volontà democratiche dei britannici cercando di rallentare o fermare l'uscita dall'Unione europea".

Il Ministro per la Brexit, David Davis, ha dichiarato che "il nuovo sistema sarà snellito, economico e facile da utilizzare e i cittadini europei saranno consultati sui progetti". Le prossime due settimane di lavoro tra le équipe Ue e Uk dovranno portare risposte chiare, in modo che il prossimo Consiglio europeo di metà dicembre possa decidere come avanzare. Le recenti stoccate del Presidente della Commissione Europea Juncker hanno dimostrato che il perimetro attorno al quale trattare per l'uscita del Regno Unito si restringe sempre di più. Secondo un recente sondaggio effettuato da YouGov, il 47% dei sudditi della Regina Elisabetta pensa che la Brexit sia stata una scelta sbagliata contro un 42% ancora convinto di aver preso la decisione giusta a 16 mesi dal referendum. Il tempo è poco e la May rischia sempre di più di non arrivare al traguardo che lei stessa ha stabilito.

A rendere più incerto il quadro contribuisce anche la fragilità del governo di Theresa May, che nell'ultima settimana ha perso due ministri per due diversi scandali.