La Nutella cambia ricetta, consumatori in rivolta: ecco cosa c'è di diverso

Regolare Commento Stampare

La Nutella è uno dei prodotti più popolari della Ferrero, apprezzato da milioni di persone e e distribuito in tutto il mondo.

La Nutella recentemente è entrata nel mirino dell'agenzia ungherese per la sicurezza alimentare, che ha detto che i vasetti della crema di nocciole venduti in Ungheria sembravano "meno cremosi" rispetto a quelli venduti nella vicina Austria.

Diversi tedeschi si sono lamentati della modifica nella ricetta perché secondo la Verbraucherzentrale l'aumento della percentuale di latte in polvere corrisponde a una diminuzione della percentuale di cacao. Ferrero stessa dall'Italia ha dovuto ammettere che le proporzioni nella ricetta sono leggermente cambiate.

A notare il cambiamento l'Hamburg Consumer Protection Center. E l'azienda di Alba ha ammesso la modifica della segretissima formula. Il cambiamento riguarderebbe una maggiore quantità di latte scremato in polvere dal 7.5% all'8.7% e dello zucchero dal 55.9% al 56.3%. Ferrero non ha rilasciato comunicati ufficiali, ma è facile prevedere che la variazione della ricetta non sarà avvertita dai consumatori abituali. Ma anche sotto questo punto di vista, le polemiche non mancano. Dopo le segnalazioni di alcuni consumatori, secondo cui il colore della Nutella ultimamente era cambiato, la Verbraucherzentrale di Amburgo ha confrontato le etichette sui barattoli attualmente in commercio con altre più vecchie e si è accorta che sono cambiate le percentuali del latte scremato in polvere, degli zuccheri e dei grassi. Quel che appare certo, al momento, è che la Nutella ad oggi è la crema spalmabile più diffusa al mondo, e probabilmente sull'argomento si tornerà anche in futuro.