Nuovo spot pubblicitario Samsung contro l'iPhone X

Regolare Commento Stampare

Quest'ultima dovrà pagare appena 120 milioni di dollari. A poche ore dal lancio sul mercato dell'iPhone X, in occasione del decennale di attività nel campo della telefonia, la Samsung ha voluto fare, a modo suo, gli auguri alla rivale, diffondendo uno spot rivolto agli indecisi sul passaggio da iPhone a Smartphone, e con il quale tende a sottolineare le motivazioni per la quale non riuscirà mai a battere la stessa Samsung. Creato a quanto pare solo per prendere in giro il nuovo arrivato di casa Apple, più che per pubblicizzare il proprio prodotto. La sentenza è stata ribaltata quasi due anni dopo, e poi ripresentata ancora una volta meno di un anno dopo. Tra i brevetti rivendicati da Apple, che secondo il giudice Samsung non ha pero' violato, c'era anche quello per la funzione di completamento automatico delle parole (brevetto #172).

È stato questo il lasso di tempo necessario per terminare la causa legale tra Samsung e Apple. La Corte Suprema americana ha chiuso definitivamente la battaglia sul brevetto che sancisce la paternità del sistema di blocco del telefono. Una cifra irrisoria se si pensa che quella iniziale era fissata a 2 miliardi circa quando nel 2014 la prima sentenza aveva dato ragione a Apple.

La contrapposizione fra i due gruppi si protrae ormai da moltissimi anni, praticamente da quella famosa "guerra termonucleare" voluta da Steve Jobs contro l'universo Android.