Messi: "Imposto veto sulla convocazione di Icardi? Balle. Higuain invece…"

Regolare Commento Stampare

"Non mi piace quello che il ct ha fatto con Icardi: lo ha convocato, poi non lo ha messo in campo".

Intanto alla stella del Barcellona, ripensando al passato, qualche rimpianto è rimasto. L'occasione di rifarsi arriverà tra meno di un anno in Russia: "Abbiamo sofferto troppo per arrivarci ma non potevamo rimanere fuori e ho sempre pensato che ce l'avremmo fatta". Penso che la nostra Nazionale meritasse di vincere almeno due delle ultime tre finali che ha perso. Ai sorteggi vorrei evitare la Spagna nel girone. "Ora concentriamoci sul torneo in Russia, perché il tempo passa in fretta".

La Pulce non si è tirato indietro e ha parlato delle qualificazioni al Mondiale, delle avversarie per la vittoria finale in Russia e delle voci che lo danno come influente nelle convocazioni.

Per Icardi la possibilità di giocare insieme a Lionel Messi che, intervistato da 'Olè', ha negato ogni suo presunto coinvolgimento in merito alle precedenti mancate convocazioni di 'Maurito': "E' assolutamente falso, non ho mai posto un veto sulla convocazione di Icardi, né è vero che ho contribuito a far fuori altri giocatori. In questa nazionale gioca gente del calibro di Mascherano, Biglia e Di Maria: dire che loro sono qui solo per volere mio è una grande mancanza di rispetto sia verso di me che soprattutto verso di loro" - tuona il numero 10 argentino.

Prima di ritirarmi mi piacerebbe giocare nel Newell's Old Boys, è un mio sogno ancora irrealizzato, ma la verità è che non so cosa possa accadere e quando riuscirò a giocarci, se l'anno prossimo o se effettivamente ci riuscirò. Il Pipita Higuain stava lavorando male, Agüero e Dybala non segnavano, Messi sbagliava.