Blitz della Polizia all'alba nei confronti dei Mallardo: arresti e sequestri

Regolare Commento Stampare

"Paolo Liccardo (classe 1974) sorvegliava per conto del clan tutto ciò che accadeva in consiglio comunale, dagli appalti, alle lottizzazioni". Ed era lo stesso capoclan, Francesco Mallardo, a dare disposizioni sugli investimenti che venivano fatti tra Campania, Toscana e Molise.

Anche Firenze è coinvolta nella maxioperazione della Polizia di Stato nei confronti del clan camorristico dei Mallardo e dei cosiddetti Scissionisti scattata questa mattina all'alba. Il blitz scattato simultaneamente in Campania e Toscana ha portato al sequestro di ville, società e conti correnti per oltre 50 milioni di euro. I Mallardo sono al vertice dell'Alleanza di Secondigliano, cartello mai morto e ora forte di rinnovato spessore criminale, e attraverso i Contini e i Liccciardi hanno il controllo del malaffare su Napoli.