Napoli, le sensazioni di Allan: "Pensiamo gara dopo gara. Scudetto? E' presto"

Regolare Commento Stampare

Allan, centrocampista del Napoli, intervenuto a "Radio Kiss Kiss" ha parlato della corsa scudetto e delle possibilità degli azzurri di vincere il terzo campionato della storia. Sembra il gioco delle tre carte con Giuntoli che non si capisce chi ascolti realmente. Dispiace per Faouzi, purtroppo sono cose che possono capitare.

Champions: "Abbiamo fatto soffrire il City, la squadra più forte d'Europa". Comprensibile che l'undici base sia proposto e riproposto nelle grandi sfide con le big, meno che quegli stessi undici debbano giocare tutti insieme contro Benevento, Cagliari o Verona.

"Ora tocca a Mario Rui dimostrare di essere un giocatore da Napoli", sono le parole al Corriere del Mezzogionro di Giovanni Francini: "Era in uno stato di forma straordinario, sulla sinistra sembrava si giocasse a memoria con Insigne ed Hamsik". Abbiamo preso due gol in contropiede e altri due su calcio da fermo. La Champions è un obiettivo importante per noi e la società, e ci terremmo ad andare avanti. Ci sono Juve ed Inter , ma anche la Roma e Lazio sono lì vicine. Cerco di aiutare la squadra perchè quando ci diamo una mano a vicenda possiamo raggiungere grandi traguardi. "Certi risultati e certe prestazioni come quelle del Napoli contro il City confermano che siamo in grande ripresa e la serie A offre buoni calciatori e fuoriclasse". "Ma deve crescere di condizione, al momento non è ancora pronto per giocare 90 minuti". Criscito ha una grande esperienza. Lui sa che conosciamo la sua qualità, con lui saremo e speriamo possa mostrare a tutti quanti quello che sa fare. "Il discorso qualificazione è ancora aperto - continua Allan - e molto dipenderà dalla partita contro lo Shakhtar: innanzitutto dovremo batterli nettamente e poi sperare che perdano a Manchester magari sull'onda proprio della nostra eventuale vittoria". Il bomber del Napoli è stato anche convocato dalla propria nazionale e una sua esclusione nella prossima giornata di campionato darebbe ulteriori grattacapi al tecnico azzurro, vista anche l'assenza di Milik.