Pane, milza e Grillo: "Votate Cancelleri, un grande proiettato nel futuro"

Regolare Commento Stampare

Argomento spinoso per i pentastellati che hanno imbastito una campagna elettorale sull'onestà in un continuo raffronto con Musumeci che ha a suo sostegno liste dove compaiono nomi di impresentabili e con cui Cancelleri combatte una battaglia all'ultimo voto. Poi, dopo una tappa alla focacceria San Francesco, celebre per essersi ribellata al racket, continua a piedi. I siciliani decideranno se continuare a organizzare un mondo che sta scomparendo o un mondo che sta arrivando. "Basta vedere come sono arrivati gli altri, a segnare il territorio come i cani". "Forse, ma impariamo. Se i siciliani vogliono fare un piccolo salto nel futuro noi ci siamo".

E continua: "Il decentramento funziona, il Mondo va verso il decentramento, che è il futuro della democrazia". E sostiene che i siciliani non andrebbero avanti se scegliessero ancora una volta la destra, come già accaduto 20 anni fa: "Berlusconi ha lo stesso linguaggio del '94, è un venditore di sole, un pubblicitario nell'anima".

"Presidente, presidente.", urla la platea a Di Maio quando sale sul palco il neoleader 5 stelle che torna a chiedere agli attivisti di "adottare gli astenuti" per un voto che potrà essere "contagioso" anche per le Politiche. "Domenica si gioca una partita fra il passato e il futuro".

Nonostante tutto, però, il leader leghista lascia una porta aperta al M5s in vista delle elezioni nazionali: "Abbiamo detto che non faremo mai squadra con il Pd e la Sinistra, il M5s non sia così chiuso nel pensare che sono loro i migliori e non dialogano con nessuno".