Milan, Biglia deve fermarsi: infiammazione al tendine rotuleo

Regolare Commento Stampare

Riccardo Montolivo ha accettato quest'anno due scelte importanti da parte della società rossonera e cioè quella di acquistare proprio Lucas Biglia che lo avrebbe relegato in panchina e poi dall'altra quella di veder assegnata la fascia di capitano a Leonardo Bonucci nuovo arrivato. Ma è evidente che l'argentino non sia al top della condizione.

Adesso, dopo aver cercato di far capire agli incattiviti tifosi del Milan che nelle ultime due partite Biglia è stato costretto a scendere in campo in condizioni fisiche precarie, con la conseguenza di infilare prestazioni ben al di sotto dei suoi standard, è arrivata la conferma ufficiale dello staff medico rossonero. Ne ha parlato direttamente il dottore del Milan Mazzoni a Milan TV: "Lucas Biglia ha un'infiammazione al tendine rotuleo sinistro".

Personalmente mi auguro che questo possa bastare a placare l'istinto forcaiolo di alcuni tifosi del Milan, pronti già ad impalare sulla pubblica piazza Lucas Biglia ed immolarlo come fosse lui l'origine occulta di tutti i mali rossoneri. Per fortuna gli esami al pronto soccorso sono stati subito tranquillizzanti, così come i controlli a distanza. Alla ripresa del campionato, poi, ci sarà il Napoli e in quella sfida potrebbe tornare a disposizione Jack Bonaventura: "Ha avuto una lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Al momento è prematuro dirlo". Sta procedendo senza problemi il protocollo riabilitativo. Il calciatore argentino rimane quindi fuori a livello precauzionale e dovrebbe tornare a disposizione di Vincenzo Montella dopo la sosta per le nazionali.