Il futuro assessore M5S è un hater "Rosato, noi ti bruceremo vivo"

Regolare Commento Stampare

Ma un signore a cui il candidato 5Stelle Cancelleri vuole far fare l'assessore ai rifiuti in caso di vittoria. Ma solo pochi giorni fa, proprio Parisi, aveva scritto un tweet al veleno sul suo profilo: "Rosato facciamo un patto, se questa legge sarà cassata dalla Consulta, noi ti bruceremo vivo, ok?".

A sorpresa, poi, intorno alle 11 di questa mattina su Facebook arrivano le scuse di Parisi: "Quando sbaglio so riconoscerlo, per questo oggi sento di dover chiedere scusa per il mio tweet dei giorni scorsi rivolto a Ettore Rosato, capogruppo PD alla Camera".

Tweet da "hater" pubblicato da Angelo Parisi, designato per l'ipotetica giunta siciliana dei 5 stelle. "Chi odia è impresentabile tanto quanto chi ruba", scrive su Twitter. "Si è scusato, che altro deve fare?", ha commentato Cancelleri. Quanta violenza! I grillini sono i veri impresentabili ‪#vergogna'. Quando hanno ricordato al grillino le sue frasi, lui si è sottratto: "Non ricordo quei tweet, che vanno comunque contestualizzati".

"Quel linguaggio e quei toni - dice - non mi appartengono e mi dispiace essere andato oltre i limiti in un momento in cui sono prevalse la rabbia e l'amarezza per i modi e i tempi con cui il PD stava imponendo al Parlamento una nuova legge elettorale incostituzionale".

In attesa di una risposta dai vertici del MoVimento, parole di vicinanza sono infine arrivate anche da Forza Italia, per bocca di Licia Ronzulli, membro del comitato di presidenza di FI: "va bene che siamo in campagna elettorale, ma niente può giustificare la frase rivolta contro il capogruppo del Pd alla Camera" ha dichiarato la collaboratrice di Silvio Berlusconi. Di quanta meschinità umana? Tweet da contestualizzare con le trasmissioni tv seguite e commentate sul social network da Parisi: come quella che il 17 ottobre vede Rosato ospite del salotto di 'di Martedì', su La 7.

L'assessore designato da Cancelleri per le sue "provate competenze" ha già le idee chiare in quanto a rifiuti, discariche e rinnovabili. Non sono un hater, come in queste ore la stampa mi sta definendo, sono un cittadino che ha a cuore la democrazia e le istituzioni, così come ho a cuore la mia terra, quella Sicilia che per troppi anni è stata nelle mani di persone che l'hanno distrutta. Di fronte a queste violenze non possono esserci giustificazioni, solo una ferma condanna senza se e senza ma. "Le parole vergognose di Parisi nei confronti di Rosato sono l'ennesima dimostrazione che non c'è mai limite al peggio". "Sono umano e ho sbagliato - ammette -, ma non permetto a nessuno di strumentalizzare un mio errore per provare ad accostarmi agli impresentabili che affollano le liste di Nello Musumeci, né di mettere in dubbio la mia correttezza, la mia integrità morale e l'impegno che ho sempre dedicato alla mia Sicilia".