Le scuse di Kevin Spacey per una presunta molestia sessuale

Regolare Commento Stampare

"Ho molto rispetto e ammirazione per Anthony Rapp come attore".

Nel giro di poche ore accusato di violenze sessuali omo e dunque protagonista di un clamoroso coming out sulla suo omosessualità. L'attore, famosissimo in tutto il mondo, ha subito risposto dicendo di non ricordare bene l'episodio, che risale a oltre 30 anni fa.

E poco dopo, come detto, piove il coming out del premio Oscar: "Questa vicenda mi ha spinto ad affrontare altri aspetti della mia vita".

Il protagonista di House Of Cards, Kavin Spacey, il presidente Frank Underwood all'interno della serie, è stato accusato da un altro attore (Anthony Rapp, attore della serie tv Star Trek Discovery) di essere stato molestato da Kavin Spacey quando lui aveva ancora (e solo) 14 anni. "Mi dispiace per i sentimenti che ha descritto e che si è portato dentro per tutti questi anni".

In un'intervista rilasciata a Buzzfeed News, Rapp aveva spiegato come, dopo aver conosciuto Spacey, fosse stato invitato a un party a casa sua. "Ma se mi sono comportato così come Rapp ha detto, gli faccio le mie più sincere scuse per quello che sarebbe stato un comportamento profondamente inappropriato dettato dall'alcool", ha detto l'attore. E confessa: "Nella vita ho avuto tanti uomini e tante donne, ma ho scelto di vivere da uomo omosessuale". Rapp era l'unico ragazzino presente alla festa e annoiandosi aveva deciso di andare nella camera da letto dell'attore a guardare un po' la tv. Ho amato e avuto rapporti amorosi con uomini in tutta la mia vita. E lì è rimasto anche, dopo la mezzanotte, quando tutti gli altri invitati se ne erano già andati via. A quel punto Spacey sarebbe entrato in camera salendo sul letto e, avvicinatosi a lui, gli avrebbe fatto delle avances a chiaro sfondo sessuale. "Voglio affrontare la cosa onestamente e apertamente (.)", scrive Spacey nel lungo post.