Moto2 Sepang Gara Trionfo Oliveira, è festa per Morbidelli campione

Regolare Commento Stampare

Questo vuol dire che, comunque vada a finire il GP della Malesia, il portacolori della Marc VDS ha in tasca il titolo iridato, visto che ha già 29 punti di vantaggio nei confronti del pilota elvetico.

Fuori gioco lo svizzero, Morbidelli - originario di Roma, ma di Tavullia d'adozione grazie alla "scuola" di Valentino Rossi - ha centrato l'obiettivo costruito dall'inizio della stagione, con tre vittorie consecutive e gli otto successi complessivi. Una superiorità schiacciante che Franco avrebbe meritato di dimostrare anche oggi in gara, ma l'infortunio a Luthi non glielo ha permesso: non cambia niente, il valore del titolo di Morbidelli non cambia.

L'assenza del primo rivale Thomas Luthi dichiarato non idoneo a correre per una frattura al piede sinistro rimediata nella brutta caduta in qualifica ha consegnato aritmeticamente il mondiale nelle mani di Morbidelli, indipendentemente dal piazzamento del pilota capitolino in gara.

Come detto, oggi la sorte gli è stata favorevole, me per "Morbido" si tratta di un titolo meritatissimo per quello che ha fatto vedere in pista, perché il suo ruolino di marcia nel 2017 parla di 8 vittorie, solo una in meno rispetto al record di categoria di Marc Marquez, e 6 pole position. Abbiamo lottato, sofferto insieme con il team. "Volevo fare una bella gara e dedicare un podio a tutti, proprio per rendere quest'ultima gara la migliore".

Qui Franco Morbidelli avrà a disposizione uno dei due match ball decisivi per chiudere i conti del campionato, ed inizia il weekend malese con il secondo tempo, a 73 millesimi da Oliveira.