Il Premio "Padre Pio da Pietrelcina" a De Laurentiis

Regolare Commento Stampare

"Speriamo di continuare a regalare ai nostri tifosi una serietà di gioco in divertimento". Il presidente azzurro ha parlato poi anche di Maurizio Sarri: "La sua bellezza è che è un uomo serissimo ma che fa divertire i suoi ragazzi". E' un tecnico che vuole tutto e bisogna accettarlo per come è, prendere o lasciare. Sarri ha tutto quello che può desiderare un allenatore.

"Quanto siete banali a parlare sempre di questo scudetto". Scudetto? Per voi esiste solo lo scudetto, ma esiste anche la soddisfazione di esprimere quello che altri invidiano. Scudetto? Basta banalità, non esiste solo lo scudetto. Sarri ha il doppio di professionisti di Benitez, che viaggiava ai livelli del calcio inglese. Oggi abbiamo fatto la prova del nove a tutti gli effetti e questo posto che oggi difendiamo per onore di Napoli e dei napoletani siamo felici di difenderlo. Lo Scudetto? Prima o poi arriverà, ma l'importante è che una volta vinto si resti lassù.

De Laurentiis infatti spiega sicuro: "Il Sud ha sempre dato fastidio al Nord, non è facile". "L'anno scorso abbiamo speso 170 milioni, quest'anno molto meno pero' si parla solo di quanto hanno investito altri che pur avendo investito molto perdono 2-0". Sono Cervello, Cuore e.dico Coraggio per non essere volgare. Fino ad adesso con Giuntoli non ci siamo mai sbagliati se non con qualche acquisto che abbiamo dovuto piazzare ad altre squadre. Passaggio sul mercato di gennaio con l'obiettivo Chiesa: "Dobbiamo trovare dei ricambi utilizzabili e non gente che vada sempre in panchina". Chiesa? La Fiorentina non lo vende. "E poi non è detto che da noi faccia bene". Molto spesso l'esperienza e l'integrità fisica ti portano a rendere anche ad una certa età.