Si è dimesso Paolo Giordana, capo gabinetto della sindaca Appendino

Regolare Commento Stampare

Intercettato nell'ambito dell'inchiesta sul buco da milioni di euro dell'azienda del trasporto pubblico di Torino, la Gtt, si accendono ora i fari sulla figura di Paolo Giordana, braccio destro del sindaco della città, Chiara Appendino, per una telefonata risalente allo scorso luglio. La decisione di Giordana è arrivata dopo la pubblicazione del testo dell'intercettazione di una telefonata in cui avrebbe chiesto al presidente di Gtt, Walter Ceresa, di far togliere una multa a un amico.

Giordana gli chiede di annullare una multa inflitta a un suo amico a bordo di un autobus. "Sono convinto della correttezza del mio operato e lo dimostrerò nelle sedi piu opportune. Mi preme, più che ogni altra cosa, tutelare la Città di Torino e l'Amministrazione". Sempre in prima linea ma sempre, al tempo stesso, di lato, inviso al Movimento 5 Stelle e a una parte sempre crescente della giunta.