Perugia, Breda si presenta: "Da questo periodo si esce con la concretezza…"

Regolare Commento Stampare

C'è stata una metamorfosi netta, Perugia straripante nelle prime giornate e poi trasformatasi a poco a poco sino alla partita di martedì sera contro il Cesena. Un avversario "ferito" e tante ragioni per prendere con le molle una partita che, come ha ricordato anche Attilio Tesser, si presenta ricca di insidie.

Ripartire da Cittadella Per il nuovo mister, i grifoni devono ripartire dalle prestazioni dei primi impegni in campionato: "Voglio ripartire dal Perugia che ho visto a Cittadella dal vivo e in televisione". Al contrario, proprio la svolta imposta dalla società e l'arrivo del nuovo allenatore possono rappresentare uno stimolo importante per gli ospiti, che non possono più commettere passi falsi, e una minaccia in più per Stefano Scappini (nato a Perugia) e compagni che, dal canto loro, devono proseguire nel loro cammino con la massima determinazione. E poi devo stare vicino a loro e trovare le soluzioni ai problemi. "Sono felice di poter allenare questa squadra pur non avendo un grande pedigree" ha proseguito il tecnico "Non mi mi mporta cosa pensa la gente ma spero di guadgnare la fiducia attraverso risultati importanti". Tanti i messaggi di auguri che gli sono arrivati dopo l'annuncio: "Ho ricevuto tanti messaggi, sia dagli addetti ai lavori che no. Ho percepito e avuto la conferma che Perugia é una piazza che ha importanza e storia". Perugia vive il calcio alla vecchia maniera. Nessuna promessa, solo la grande voglia di fare bene. L'hanno scorso aldilà dei meriti dellla squadra è stato l'ambiente a spingere il Perugia. Conta quello che penserà a giugno. Quando ero Terni forse abbiamo giocato forse meglio, ma alla fine abbiamo perso. Bloccati in infermeria probabilmente per un lungo periodo, troviamo Del Prete e Rosati, mentre Volta, Monaco e Colombatto salteranno la trasferta causa squalifica. Ultimamente non siamo stati mai in partita. La mia sensazione è che bisogna ritrovare ordine, anche se siamo tutti ambiziosi. In questi due giorni abbiamo provato diverse soluzioni, questa squadra può fare tutti i moduli, ma bisogna trovare il giusto equilibrio.