Milan, Donnarumma: "Quest'anno al Napoli non manca nulla per vincere lo scudetto"

Regolare Commento Stampare

Due campionati fa, nella stessa porta e nella stessa parte, prese il palo. "Mi sono buttato dall'altro lato perché l'avevamo studiata in maniera diversa". Una squadra profondamente rinnovata che necessita di tempo per poter rendere al meglio, ma la qualità c'è: "Conti tra i nuovi mi ha sorpreso, è davvero forte". E Cutrone è pazzesco, se non fa gol si incazza. La mia parata più bella è stata su Sneijder contro l'Olanda in Nazionale. "Anche se vinciamo, se non ha segnato esce inc******", ha proseguito il portiere classe 1999. "La parata più importante il rigore decisivo parato a Dybala in Supercoppa", parla così Gigio Donnarumma durante una lunga intervista pubblicata da Sportweek. Una considerazione anche sul preparatore dei portieri, Alfredo Magni: "Cura molto i dettagli". Ancora è però troppo presto per fare ipotesi, la parola spetta soltanto al campo e domani a San Siro Donnarumma proverà a superare l'esame Buffon. Per la sua tranquillità in partita, per la voglia di esserci sempre, in tutte i match più importanti e non.

Infine Gigio racconta il rapporto col fratello Antonio , da quest'anno suo vice al Milan: "Averlo per compagno mi stimola da un lato e mi rasserena dall'altro". Lo vedo in Nazionale: è l'ultimo a uscire dalla palestra e il primo a entrare sul terreno di gioco. È un sostegno, uno stimolo. Dico Napoli. Dopo che ha vinto tante volte la Juventus, dico che al Napoli non manca niente quest'anno. "In ritiro dividiamo la camera, in allenamento scherziamo, e questo aiuta molto a sopportare gli esercizi". "Il Milan? Con tanti giocatori forti non è semplice trovare subito la chimica giusta, ma il campionato è lungo e noi siamo combattivi".