Milan, Montella: "Ho visto giocare una squadra tranquilla"

Regolare Commento Stampare

PRIMO TEMPO CONDIZIONATO DALLE SCORIE - "Eravamo un po' bloccati mentalmente, c'era successo davvero di tutto. Abbiamo giocatori che non vengono favoriti se perdono tranquillità, spero riescano ad esprimere il loro immenso talento".

Eppure, secondo quanto riporta Tuttosport, lo spogliatoio bianconero, nonostante Bonucci sia indiscutibilmente una pedina importante dal punto di vista tecnico di questo Milan, avrebbe voluto che il numero 19 bianconero giocasse. "Si può criticarlo per alcune prestazioni ma non si può discutere il suo valore, dovremmo fare tutti un altro lavoro". Oggi i ragazzi sono stati eccellenti, bravi nello spirito e con tranquillità. La squadra ha dato a sé stesse delle risposte di alto livello ma non dobbiamo accontentarci: la vera scintilla la vorrei contro la Juve.

Leonardo Bonucci, 40 milioni di cartellino e circa 10 milioni di stipendio, prende due giornate sacrosante di squalifica e salta il Chievo ma soprattutto non ci sarà alla prima volta da ex in campionato contro la Juventus.

"Kalinic? Ha fatto un'ottima gara. E' un carrettino ancora..." Quando le cose vanno male vuol dire che si commettono errori e quando si parla di calcio le difficoltà rispetto alle aspettative portano a gestire le cose in un determinato modo.

CAPITANO MILAN: LA SCELTA CHE SPIAZZA - Sicuramente Mino Raiola, procuratore del giovanissimo estremo difensore rossonero, non vedrà di buon grado la decisione di Montella, che ha preferito puntare sullo spagnolo al posto di premiare il suo assistito, finora uno dei più positivi del Milan negli ultimi tempi.