Trump afferma di voler riammettere i rifugiati, ma c'è stretta

Regolare Commento Stampare

Terza Guerra Mondiale, attacco preventivo Usa sulla Corea del Nord? Solo pochi giorni fa, ad esempio, Trump non aveva escluso l'ipotesi di un conflitto con Pyongyang, dichiarando che gli Stati uniti sono "totalmente pronti" a rispondere alle minacce della Corea del Nord. Ogni giorno potrebbe essere propizio per nuove provocazioni, e la novità starebbe proprio nell'atteggiamento degli Usa, non più propensi ad attendere e basta quelli che sono i comportamenti della controparte. Il documento chiarisce anche che un attacco nucleare verso la Corea del Sud, il Giappone, il territorio del Guam o gli stessi USA, segnerebbe allo stesso tempo la fine del temuto regime di Pyongyang, perché la reazione militare sarebbe tanto violenta da non lasciare fuori nessuno.

Il trattato tra Cina e Corea del Nord prevede l'immediato sostegno militare in caso di aggressione in uno dei due Paesi. Tale trattato vedrà però scadere i suoi effetti nel 2021 e Pechino non sarebbe affatto intenzionata a rinnovarlo. La tensione tra la Corea del Nord e Whashington è altissima.