Pensioni, L'Istat Conferma: Dal 2019 l'uscita slitta a 67 anni

Regolare Commento Stampare

E stando a quanto certificato stamane dall'Istat, essendo l'aspettativa di vita cresciuta nel trennio 2014-2016, dal 2019 è molto probabile che i lavoratori potranno richiedere la pensione di vecchiaia solo al compimento del 67simo anno di età, esattamente 5 mesi in più rispetto agli attuali 66 anni e 7 mesi. Per il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, il dato dell'Istat "rende ancora più urgente intervenire per bloccare l'attuale meccanismo di innalzamento dell'età pensionabile legato all'aspettativa di vita e avviare un confronto per una radicale modifica del sistema". La speranza di vita spiega ancora l'Istat, aumenta in ogni classe di età. Qualcuno ne trarrà svantaggio più degli altri?

Nel report degli indicatori di mortalità della popolazione residente l'Istat ha registrato un miglioramento delle condizioni di vita dal 2015 al 2016.

"C'è una legge in vigore e rispetteremo la legge in vigore", ha detto il il premier Paolo Gentiloni dopo il sì alla manovra, negando quindi che possa essere bloccata la crescita automatica dell'età pensionabile come previsto dalla legge Fornero all'aumento dell'aspettativa di vita.

Oggi invece l'Istat annuncia che nel 2016 la speranza di vita alla nascita si attesta a 82,8 anni (+0,4 sul 2015, +0,2 sul 2014) e nei confronti del 2013 risulta essersi allungata di oltre sette mesi. A 65 anni, si prosegue da via Cesare Balbo, arriva a 20,7 anni per il totale dei residenti, allungandosi di cinque mesi rispetto a quella registrata nel 2013.

In quest'ultimo anno infatti sono stati registrati oltre 615mila decessi, 32mila in meno rispetto all'anno precedente.

Per poi accordarsi nel 2019, al pari degli uomini, ai 67 anni di età per accedere alla propria pensione. "A tale età la prospettiva di vita ulteriore presenta una differenza meno marcata tra uomini e donne (rispettivamente 19,1 e 22,3 anni) che alla nascita".

Le conferme dell'Istat agiranno anche sui requisiti delle uscite anticipate secondo le ultime news di pensioni. La legge prevede infatti che il governo provveda ad adeguare ogni 3 anni - 2 dal 2019 - l'età per le pensioni di vecchiaia sulla base delle indicazioni fornite dall'Istat.