Montella, la panchina trema: tra i papabili sostituti anche Paulo Sosa

Regolare Commento Stampare

Il tecnico campano nelle prossime ore potrebbe essere sollevato dall'incarico dopo il pareggio ottenuto per 0-0 in casa contro il Genoa e i conseguenti malumori che avrebbero visto il tecnico perdere totalmente la gestione dello spogliatoio dopo l'espulsione di Leonardo Bonucci, uomo e simbolo del nuovo progetto tecnico.

Va però detto che nel giorno della sua presentazione in Viola lo stesso Paulo Sousa aveva abbinato il proprio nome a quello del proprio predecessore - guarda caso - Vincenzo Montella di cui ammirava il calcio propositivo.

Continua la crisi del Milan e di Vincenzo Montella. L'allenatore rossonero dovrebbe riuscire ad arrivare al match contro il Chievo Verona, nel turno infrasettimanale.

Montella: "Ci sono capitate cose tutte insieme". Quel che serve, oggi, è capire come il Milan possa scavalcare questo muro che dopo il 20 settembre (Milan-Spal 2-0) ha chiuso la squadra fuori dal campo delle squadre di vertice. Io sento la fiducia della società. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, infatti, la dirigenza rossonera si sarebbe convinta a operare il cambio di allenatore. In primis il portoghese conosce nel dettaglio le difficoltà di un campionato complicato come il nostro, dopo avere gestito due stagioni non semplici sulla panchina della Fiorentina peraltro reduce dall'era Montella. Del resto, i tanti rifiuti opposti da Sousa alle proposte provenienti da mezza Europa (club della Liga e della Bundesliga hanno avuto contatti che non lo hanno convinto), lasciano intendere che l'ex tecnico della Fiorentina sia in attesa di una grande occasione.