Lazio, adesivi antisemiti in Curva Sud: il "lascito" degli ultrà

Regolare Commento Stampare

Immediata la protesta della Comunità ebraica romana. Per questo motivo il giudice sportivo, visti anche i precedenti e gli avvertimenti dati alla Nord, ha deciso di squalificare il settore simbolo della squadra capitolina. "Ci preoccupa che un numero minutissimo di sconsiderati possa provocare danni d'immagine e materiali clamorosi a una società che sta facendo ogni massimo sforzo per essere al passo coi tempi".

Qualche giorno fa la Curva Nord della Lazio è stata squalificata per due turni a causa di alcuni cori razzisti, il settore dei tifosi biancocelesti infatti durante la gara contro il Sassuolo ha bersagliato il giovane Adjapong e Duncan con cori di stampo razzista. "Fuori gli antisemiti dagli stadi". Lo scrive su Twitter la presidente della Comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello, postando una foto in cui si vedono degli adesivi tra cui uno con il ritratto di Anna Frank che indossa la maglia della Roma e un altro con la scritta "Romanista ebreo".