Napoli e Inter non si risparmiano, ma alla fine è solo pareggio

Regolare Commento Stampare

Il miglior attacco contro la miglior difesa.

È stata una grande partita un po' tradita. Senza dimenticare che Albiol ha sventato sulla linea un quasi gol di Vecino. Il motivo? Una valutazione ritenuta "folle" dall'Inter, perché il PSG avrebbe speso 10/12 milioni per Handanovic, ragioni comprensibili di età.ma anche vendere un portiere così importante a questa cifra sarebbe significato suicidio. Il big-match della nona giornata dice proprio che la squadra di Spalletti ha le carte in regola per giocarsela fino in fondo e non solo per l'obiettivo Champions. Il Napoli ci vinse lo scudetto nel 1986/87, il primo storico trionfo; l'Inter fece di più con il Triplete nel 2010. Non si può vincere sempre.

26′ Candreva riesce ancora ad avanzare sulla fascia, crossa per Perisic sul secondo palo che però di testa non riesce a centrare la porta. Fu' lo stesso Sarri a dirlo subito dopo le critiche che gli sono piovute addosso dopo la partita con lo Shakhtar per averlo lasciato fuori dall'inizio: "Mertens è un giocatore che fa dell'eplosività e dell'agilità i suoi punti di forza, deve necessariamente riposare". Ci prova spesso, la mira non è felice. Possibile che uno tra Giaccherini, Ounas, Rog, Zieliski non potesse degnamente sostituirlo? "Sono queste le partite che danno più consapevolezza". Non è una mancanza di fiducia negli altri che non siano i soliti 13? Si superano Reina, e soprattutto Handanovic. Hanno fatto capire, che sono in quella posizione in classifica, per meriti, grinta e voglia di essere i protagonisti per quest'anno.

La seconda parte della partita è iniziata così come è finita la prima, con il Napoli con il controllo del match. - Dal punto di vista delle palle gol sono due punti persi anche se a volte c'è mancata un po' di lucidità. Non la migliore del Napoli. In questo l'Inter ha fatto un piccolo capolavoro. Quando ha trovato squadre chiuse, che non giocano ma pensano più a difendersi che ad attaccare (vedi Crotone, Spal, Bologna). E l'Inter? Siamo lì, pur facendo molta meno strada a ritroso.

Le formazioni iniziali di Napoli Inter contengono delle sorprese: Lorenzo Insigne riesce a recuperare dall'infortunio rimediato a Manchester ed è regolarmente titolare, per Sarri formazione tipo nei restanti 10/11, dove ritrovano spazio Allan e Jorginho. Oggi alle 17 ne sapremo di più.