Leonardo Bonucci: due turni di squalifica, salterà Milan-Juventus

Regolare Commento Stampare

Su Instagram 'Calciatoribrutti' ha postato una foto di Bonucci, in tribuna dopo l'espulsione, commentando così: "Come un equilibrista che sul mondo sfida il crollo delle sue capacità". "Un bagno di umiltà può fare bene a Bonucci, il tempo sarà galantuomo e ci dirà chi è davvero".

Alberto Ferrarini è un mental coach che lavora con e su Bonucci dall'ormai lontano 2008, ed è stato intervistato sull'argomento da Radio 24.

SULLA FASCIA DA CAPITANO - "Sarà un paradosso, ma quando è stato capitano alla Juventus non ha avuto delle grandi prestazioni". Leonardo è un giocatore che fondamentalmente, a differenza magari di altri, non è nato campione: è diventato un campione. L'espulsione di ieri è il game over del suo primo capitolo al Milan. Leonardo è una persona dotata di molta intelligenza e sa di aver toccato il fondo: ora ripartirà più forte di prima. Se tornerà a fare il soldato i milanisti avranno immense soddisfazioni, lui è un accentratore di energia. Per me è sempre stato il 'soldato' in primis di Antonio Conte, e poi è stato un soldato comunque della Juventus, un soldato, un uomo della triade in questo caso di Buffon, Barzagli e Chiellini. Quindi dovrebbe tornare a fare questo. La fama ricevuta con l'approdo al Milan è stata bella ma non gli ha fatto bene. Lui deve accentrarsi su questo, secondo me può dare un valore immenso al Milan e attraverso l'esempio, attraverso lavoro, attraverso sacrificio, attraverso gli allenamenti stessi che fa.