Minniti: "Raqqa miniera di notizie sui foreign fighter"

Regolare Commento Stampare

Il ministro dell'Interno, Marco Minniti presiederà ad Ischia la riunione dei ministri dell'Interno dei Paesi del G7. La scelta dell'isola come punto di raccolta di questo vertice è stata fortemente sponsorizzata dallo stesso ministro Marco Minniti dopo il terremoto del 21 agosto scorso, che colpì duramente Casamicciola.

Il summit si terrà presso il Grand Hotel Punta Molino. Ai lavori partecipano anche il commissario europeo per le migrazioni Dimitris Avramopoulos, quello per la sicurezza dell'Ue Julian King ed il segretario generale dell'Interpol Jurgen Stock. Si parlerà di lotta al terrorismo, foreign fighters e di minaccia online, con la partecipazione dei rappresentanti dei social (Google, Microsoft, Facebook, Twitter) per trovare una intesa nella lotta contro il terrorismo sul web.

Alcuni di questi provvedimenti decisi dai big della politica vogliono, innanzi tutto, bloccare tutti quei pericolosi processi di radicalizzazione via web, quindi impedire che sermoni e slogan inneggianti la violanza, inviti al jihad e istruzioni per compiere attentati e realizzare ordigni rudimentali ma di grande impatto distruttivo, possano circolare liberamente in rete e rischiare di arrivare a destinazione. Per loro le forze dell'ordine hanno previsto un tratto sulla circonvallazione attorno al porto. Dunque un gran viavai, per l'intero arco della giornata, di elicotteri della polizia, quattro in servizio di "navetta" per i ministri oltre a quelli di pattuglia nei cieli di Ischia.