"STELLE CADENTI " arrivano le Orionidi

Regolare Commento Stampare

Questa volta osservare le Orionidi sembra sarà favorito anche dalle condizioni meteo in quanto la Luna non sarà visibile in quanto è nella fase delle luna nuova e il cielo sarà così particolarmente buio, perfetto per l'osservazione delle stelle cadenti. Lo sciame meteorico delle Orionidi è uno dei più importanti del periodo autunnale, come sanno bene gli astronomi e i semplici appassionati di astronomia.

Una vera pioggia di stelle cadenti, favorita dall'assenza della Luna. Se dunque volevate un'altra prova di questo assurdo autunno d'ottobre con più caldo che a luglio allora eccovi qui le mitiche Orionidi che nient'altro sono che il rimasuglio dei detriti originato dalla Cometa di Halley.

Sono le 'lacrime' della cometa di Halley: la nube delle polveri lasciate dal suo passaggio viene attraversata dalla Terra e i granelli che bruciano nell'atmosfera danno origine allo spettacolo. Per goderne al meglio bisognerà rivolgere lo sguardo verso est, a nord della stella Betelgeuse nella Costellazione di Orione, ai confini della Costellazione dei Gemelli. Il picco massimo dovrebbe arrivare tra sabato e domenica, ma già da questa notte qualcosa dovrebbe vedersi attraverso il cielo sopra la nostra testa e, per i più "pigri" è disponibile anche la diretta streaming live video sul sito internazionale di Slooh che mette a disposizione un telescopio elettronico per tutti i gusti!

Amate il cielo punteggiato dalle stelle cadenti? Se trovate il luogo adatto, lontano dall'inquinamento luminoso delle città potrete vedere, secondo l'Unione Astrofili Italiani, quasi 30 stelle cadenti all'ora.