Roma, Monchi: "Non sono contento del 3-3 col Chelsea"

Regolare Commento Stampare

Anche l'ottimo lavoro sul settore giovanile ha aiutato. Noi siamo stati criticati per il risultato ottenuto ma stasera si è visto che è stato un grande risultato. Pensa soltanto a fare bene con la casacca giallorossa. "Un risultato come questo e soprattutto un gioco come quello che abbiamo visto a Londra ci dà fiducia per proseguire su questo cammino". "Non sono contento del risultato, avremmo meritato di vincere, ma sono sicuramente contento per la mentalità della squadra" - dice il manager della Roma - "Stiamo costruendo un progetto con un nuovo allenatore, un nuovo direttore sportivo e nuovi calciatori". Ma siamo in una buona posizione, siamo imbattuti e avremmo firmato all'inizio per essere qui a questo punto del girone.

Il primo storico punto degli azeri in Coppa non era così improbabile secondo Monchi: "Il loro pareggio non mi ha sorpreso, perché noi abbiamo sofferto là". Ovviamente non hanno la qualità di Chelsea e Atletico, però è una squadra che ha lavorato bene, abituata a vincere a casa sua. "Ogni giorno che passa siamo sempre più vicini a dove vogliamo arrivare, così andremo lontano", ha concluso. "L'Atletico ha giocato in 11 contro 10 per 20' e non ha vinto, dimostra che in Champions League non è facile". Il cammino europeo della Roma vede una gara casalinga il prossimo 31 ottobre contro il Chelsea e poi la trasferta a Madrid. Questa è la dimostrazione che tutte le partite in Champions sono difficili. Conte e il Chelsea lo volevano e noi lo abbiamo ceduto ad un prezzo giusto, per poter poi reinvestire.