Diawara: "Felice per il primo gol ma ora testa all'Inter"

Regolare Commento Stampare

"Sì, ho chiesto io di calciarlo". Sono andato tranquillo. Io scendo in campo per divertirmi, il calcio è uno sport ed un lavoro ma fin da piccolo mi divertivo, sono andato a battere divertendomi. Sono felice per il mio primo gol in carriera ma mi dispiace per la sconfitta.

Personalità da vendere, nonostante i vent'anni appena compiuti a luglio.

Amadou Diawara ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Kiss Kiss Napoli. "Con il Manchester potevamo fare meglio, specie in avvio". Abbiamo sofferto nella prima mezz'ora poi a poco abbiamo preso in mano il match dimostrando grande carattere. Se Mertens avesse realizzato il rigore poteva cambiare l'andamento della gara, ma ormai è andata ed è inutile pensarci. Al ritorno col City sarà altra musica vogliamo passare il turno. Contentissimo, avevo una gioia inesplicabile.

Resta attualmente accantonata invece la soluzione Hamsik, che potrebbe però ripresentarsi sul dischetto nel corso della stagione: il capitano del Napoli non attraversa il suo miglior momento e dal punto di vista mentale Sarri non lo considera pronto per un gesto tecnico che invece richiede grande tranquillità e freddezza. Poi si parla del prossimo impegno: "Contro l'Inter sarà una bella sfida che ci può dare entusiasmo e spinta per il nostro obiettivo". Giochiamo in casa e vogliamo vincere. C'è sempre bisogno dei tifosi, ci sono stati vicini ma mi piacerebbe che tornassero ancora più numerosi ad aiutarci: "sono gli uomini in più di questa squadra". Il San Paolo dà tanta carica.