Ryanair da marzo torna a crescere "Pronti a confronto con i consumatori"

Regolare Commento Stampare

'Da prossima stagione estiva ripresa sviluppo in Italia' (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 19 ott - Il Presidente dell'Enac Vito Riggio e il Direttore Generale Alessio Quaranta hanno incontrato oggi l'Amministratore Delegato di Ryanair Michael O'Leary accompagnato dal Responsabile Commerciale della compagnia David O'Brien: oggetto dell'incontro, le cancellazioni operate dal vettore, la tutela ai passeggeri e il piano di sviluppo.

O' Leary ha poi annunciato che, dopo quelle già programmate fino a marzo, Ryanair non prevede altre cancellazioni di voli. "Abbiamo confermato la nostra crescita in Italia, con un aumento del 6% della nostra attività nella stagione invernale e abbiamo nuovi importanti programmi per nuove rotte nel 2018". Programmazione che permette all'amministratore delegato della compagnia di guardare al futuro con ottimismo: "Abbiamo sistemato le cose, i nostri voli stanno tornando alla normalità". O'Leary ha spiegato che "i rimborsi costeranno 25 milioni di euro" e che Ryanair "pagherà tutto", aggiungendo che "per il 95% dei passeggeri coinvolti dalle cancellazioni sono state trovate soluzioni". Sul tema dei rapporti di lavoro, ha quindi puntualizzato Riggio, "non siamo noi che possiamo entrare nel merito, noi ci occupiamo di sicurezza e del Regolamento".

Elementi che devono aver convinto il presidente Vito Riggio che ha dichiarato: "Al momento non ci sono gli estremi per applicare sanzioni a Ryanair, ma restiamo vigili e pronti ad intervenire se ci saranno segnalazioni". Stando alle percentuali arrivate all'Enac ben il 97% e non il 95% dei passeggeri sarebbe stato riprotetto.