Il Centro Italia trema ancora: nuova scossa tra Marche e Umbria

Regolare Commento Stampare

Qualche ora più tardi, alle ore 05:41, un'altra scossa di magnitudo 2.2 della scala Richter, ha fatto tremare nuovamente il Comune di Castelvetrano, in provincia di Trapani; ipocentro individuato a 3 km di profondità. Una nuova scossa di terremoto è stata registrata nella zona della Sicilia occidentale tra Petrosino e il Belice. Si tratta al momento del sisma più intenso della giornata, anticipato alle 6:16 da una scossa di magnitudo 2.4 verificatasi a 4 km da Castelvetrano, in provincia di Trapani, in Sicilia.

Non sono stati segnalati danni a persone e/o cose.

I comuni prossimi all'epicentro, oltre a Castelsantangelo sul Nera, sono Montegallo, Montemonaco ed Arquata del Tronto in provincia di Ascoli Piceno e distanti tra gli 8 ed i 10 km dall'epicentro, a 13 km Norcia in provincia di Perugia e alla stessa distanza Ussita, provincia di Macerata.

Tutti nomi di località tristemente noti per essere stati epicentro delle scosse di terremoto avvenute lo scorso 24 e 30 ottobre 2016 e che hanno devastato il Centro Italia.

L'epicentro è stato localizzato a circa quattro chilometri dal centro di Norcia e a sette chilometri da quello di Preci, sempre in provincia di Perugia. La scossa è stata registrata dall'Ingv a una profondità 6 chilometri.