Grande Fratello Vip 2017: Eva Henger difende Raffaello Tonon

Regolare Commento Stampare

Tre nuovi concorrenti sono entrati nella Casa del Grande Fratello Vip 2017: Carmen Russo, Corinne Clery e Raffaello Tonon. Per questo motivo Eva Henger si è schierata dalla sua parte, prendendo le sue difese. La ex attrice a luci rosse si è scagliata contro i concorrenti del GF VIP 2 definendoli 'gente di m****' e sostenendo che troppo spesso si sbaglia a fidarsi di persone che si nascondono dietro una bella facciata. Nella Casa racconta agli altri della sua depressione, svelata già in passato, quando intervistato da Vero aveva detto: "Ho sofferto per sette anni di depressione".

"Questo ragazzo l'ho conosciuto 12 anni fa facendo il reality "La Fattoria".

'Oggi sentirlo parlare della depressione che lo travolge, mi ha commosso. Mi sono affezionata tanto, perché è un ragazzo davvero sincero, simpatico, a volte comico, ma molto sensibile' - ha esordito Eva sul suo profilo Instagram. "Mentre parlava lo hanno chiamato in confessionale e le persone che hanno ascoltato con 'finto' interesse, 'quasi commossi', non hanno perso tempo per prenderlo in giro, chiamandolo 'Il conte caduto in disgrazia'". "Che tristezza. L'insegnamento? Non aprite il cuore con la gente che è in gara con voi!". "Per favor riguardatelo!", chiede Eva, che conclude amaramente:" L'ipocrisia e falsità sempre presente. Ha voluto parlare di quel mostro che non gli ha permesso, alcune volte, di vivere appieno la vita e certamente le sue parole sono state d'aiuto a chi sta attraversando un periodo nero come quello che lui stesso ha dovuto affrontare. La mamma di Mercedesz ha attaccato i concorrenti che secondo lei l'avrebbero deriso, accusandoli di non avere cuore. "Brava. Gente di m***a".

Nella casa del Grande Fratello Vip, Raffaello Tonon è diventato subito il bersaglio degli scherzi di Luca Onestini e Ignazio Moser a cui, però, Tonon ha chiesto gentilmente di smetterla. Sin dal primo momento è stato preso di mira dal pubblico, soprattutto a causa della frecciatina di Alfonso Signorini.