Berlusconi alla catalana : "referendum in tutte le regioni"

Regolare Commento Stampare

Quindi a prescindere da quante persone avranno partecipato ci sarà la vittoria dei Sì oppure dei No. Ma è legale? Serve il quorum?

Ricompresi in questo numero ci sono anche oltre 330 mila elettori residenti all'estero, i quali possono esercitare il diritto di voto solo recandosi personalmente al seggio. Con i referendum di Lombardia e Veneto è la prima volta che viene utilizzato. Ecco la guida di Federico Marconi per L'Espresso.

In realtà era stata la stessa Regione a voler firmare un accordo, in data 5 settembre 2017, in cui la stessa Regione Veneto "s'impeganava a rimborsare gli oneri sostenuti dal ministero dell'Interno per organizzare la consultazione". Insomma: un accordo firmato in bianco che ora rischia di costare caro.

Referendum indipendenza Lombardia e Veneto risultati e percentuali. Niente di tutto questo.

Si deve credere nel futuro dei bambini delle nostre comunità pretendendo maggiore attenzione alle loro necessità e a quelle delle famiglie ed esercitando perciò il diritto democratico del voto chiedendo maggiori spazi di autonomia specie per la scuola.

Prescindendo dalle polemiche sollevate da più parti sull'opportunità di indire il Referendum regionale consultivo sull'autonomia del Veneto, la FISM prende atto che il referendum c'è e può diventare un'occasione di crescita della comunità veneta e italiana. Un governo regionale del sistema valorizzerebbe gli elementi che lo connotano (la partecipazione, la qualità dei servizi), realizzerebbe l'equità di trattamento tra i tutti cittadini che utilizzano il medesimo servizio (le rette) e farebbe conseguire rilevanti economie delle finanze pubbliche.

Urne pronte in Lombardia e Veneto per i referendum consultivi sull'autonomia regionale. "Si tratta di un appuntamento importante, che potrebbe dare l'avvio ad un percorso necessario e in grado di porci al pari di Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia". Roberto Maroni e Luca Zaia vogliono utilizzarlo come arma di pressione sul tavolo delle trattative con il governo per chiedere maggiore autonomia - in particolar modo fiscale - per le due regioni.