Tallio killer: terza vittima, morta anche la madre

Regolare Commento Stampare

La donna, 87 anni, era moglie di Giovanni Battista e madre di Patrizia, morti a poche ore di distanza l'uno dall'altra in ospedale a Desio (Monza) il 2 ottobre scorso. Inizialmente si era pensato al guano dei piccioni ma poi l'attenzione degli inquirenti si è spostata sul cibo o sul topicida.

Sono stabili le condizioni degli altri tre ricoverati all'ospedale di Desio per avvelenamento da tallio, che ha già provocato tre vittime tra i loro familiari. Gli investigatori procedono dunque a 360 gradi, vagliando tutte le ipotesi.

Esclusa invece la presenza di tallio nell'acqua del pozzo artesiano, mentre si attendono ancora gli esiti delle analisi sui campioni di topicida e altro materiale prelevato nell'abitazione.